PUREA DI FAVE
una nostra gradita ospite ha chiesto di pubblicare questa ricetta gustata durante la cena medievale del 28 novembre.
per semplificare la preparazione consiglio di usare fave secche decorticate.
si tengono in ammollo e si lessano. passate al setaccio si uniscono a: del guanciale "battuto", ridotto cioè in pasta col coltello, pochissima cipolla e aglio trattati allo stesso modo e olio dopo che hanno sfrigolato insieme. si fa insaporire tutto, aggiungendo acqua di cottura delle fave in caso il composto risulti troppo denso. si aggiunge pepe macinato fresco pochi minuti prima di spegnere. quando la purea non è più bollente si aggiunge olio buono (non di supermercato mi raccomando!) e poi buon appetito!